Ciabbino-Ripatransone 2-1: commento e pagelle

PAROLE ,PAROLE, PAROLE. ADESSO SOLO FATTI

Parole, parole, parole, soltanto parole… Cantavano cosi nel 1972 Alberto Lupo e Mina. Una canzone che nel tempo ha fatto riflettere molto sul suo significato. Il linguaggio, le parole sono segni predominanti del nostro comunicare. Con il linguaggio ci si apre al mondo, con il linguaggio ci si fa conoscere e capire. Questo però non intacca la sfera del calcio. Il calcio ha dei momenti nei quali è bene parlare, confrontarsi, discutere; ma ciò che conta sono i fatti. La palla che va dentro all’ultimo secondo non è spinta da parole ma da azioni, movimenti, forza e anche un pizzico di fortuna. Le parole, i pronostici, i giudizi sono materiale per i dialettici, per i patiti della “chiacchiera”. La partita di ieri non solo riporta il Ciabbino nelle posizioni che forse merita di più, ma ha dato risposte sul carattere della squadra che per molti, dall’esterno, sembrava essersi smarrito o addirittura mai evidenziato. Basta appunto con le parole è il momento di agire, di tirare fuori gli attributi e vincere le partite cosi come fatto con il Ripatransone. Quella di ieri, è una vittoria dal sapore nobile, che arriva come manna dal cielo sia per la classifica ma soprattutto per il morale. Il gruppo c’è e lo si è visto non per un tempo solo ma per tutta la partita. Dal rigore a pochi minuti dall’inizio, fino al goal del 2-1, la squadra non ha mollato un centimetro. In una risaia come quella di ieri solo una prova di forza e di carattere avrebbe portato al risultato e cosi è stato. Adesso è tempo di recuperare, farsi carico degli errori commessi per migliorare e non vantarsi del risultato perché il campionato è lungo e pieno di insidie. Non lasciamo che hai fatti prendano il sopravvento le parole, le incomprensioni. Lasciamo invece che il carattere, il rispetto dei ruoli e l’umiltà siano il presupposto del nostro gioco.

QUI HABET AURES AUDIENDI, AUDIAT

 

 

LE PAGELLE DEL TIFOMETRO BIANCO AZZURRO

 

PERONI 6,5: Una prestazione quella di ieri attenta con rinvii sempre precisi ( vedi il goal partita).  Come si sa il portiere a differenza degli altri ruoli deve avere in se un briciolo di intraprendenza in più. In Matteo per certi tratti, questa intraprendenza viene presa dalla lingua ma non preoccupa più di tanto. Ci stiamo lavorando e La squadra è con te non contro di te.  TESTO’

BIZZARRI 7: Che dire, non sappiamo se i polmoni sono 2 o 4. Per quello che si è visto ieri lascia pensare che sono 4. Considerando che nelle ultime gare ha giocato in linea con la difesa che cosa sarebbe se giocasse a ridosso dell’aria di rigore? CONTINUA COSI

CAFINI 7: Il Cafo pur non essendo un centrale, sta giocando con umiltà e grande spirito di adattamento. Non era facile ieri mantenere sempre la concentrazione giusta lui c’è riuscito in pieno. RITROVATO

FIORI 7: Ci si domanda: ma quanti ruoli ricopre Alessio? Il centrocampista basso, il mediano, il terzino… Che dire dove lo metti cerca sempre di dare il suo contributo al meglio. Ottimo spirito di adattamento. JOLLI

BIONDI 7: Qualcuno negli spogliatoi avanzava ipotesi di voto dopo la partita. Bene giusto cosi vuol dire che allora ci si tiene a non fare figuracce. Ottima prova del centrale biancoazzurro. Quello su cui bisogna migliorare è prevenire gli “emboli” che fanno scattare Manuel. (vedi le scintille con Saverino) CAMOMILLA PER  2 SETTIMANE 2 VOLTE AL GIORNO

SIMONI 7,5: Abbiamo capito cosa occorre al capitano per fare una partita sopra le righe. Fango, fango e ancora fango. Bene cosi da oggi allagheremo il campo prima di ogni gara. Scherzi a parte, il capitano torna alla grande alla guida del timone con una prestazione degna del suo ruolo. RITROVATO

MARCO TROIANI 7,5: Ogni partita che passa è sempre più incisivo nel suo ruolo. Le gambe girano e il carattere cresce. Se tirasse un po’ più da fuori aria forse sarebbe il massimo. OSA DI PIU’

GIAMMARCO TROIANI 8: Lo senti poco in mezzo al campo ma quando lo vedi giocare ti accorgi che c’è tanta roba. Il goal è frutto della migliore giocata insegnata nelle migliori scuole calcio di sempre… “ LA PENTATA”. Il calcio è anche questo. TI VOGLIAMO COSI

CESANI6,5: Mauro è sempre quella carta in più che se giocata al momento giusto ti può far vincere. Ieri di certo non era il suo campo migliore ma la grinta non è mancata. Ci saranno campi migliori dove apprezzare le tue giocate. CORRENTE ALTERNATA

DI SIMPLICIO 6: Stranamente non ha segnato. Per il bomber tanto movimento, tanta corsa ma poca stabilità. Ci ha confessato negli spogliatoi a fine partita che per evitare commenti sui bomber ha lasciato che Carlo segnasse cosi da poter dire siamo due bomber e non uno. BOMBER DI RAZZA

DE MARCO 9: Quando si dice “ ce vo li fatt no li chiacchiere”. Poche parole, pochi commenti ma tante sportellate, tante conclusioni e due goal quello di Montalto e ieri che valgono 6 punti. Lo senti poco in campo e se anche lo conosciamo poco sul piano caratteriale, si capisce da subito che la sua filosofia ribadisce che le chiacchiere le porta il vento invece la palla nel sacco ce la porta lui. IMPRESCINDIBILE.

MISTER CLERICI 8: Forse verso le 14:30 se gli avessero detto: mister non si gioca… probabilmente il volto sarebbe stato più disteso, ma chi è abituato alle sfide delicate non ha di questi problemi. E’ riuscito con gli uomini contati e non al meglio a mettere su 11 leoni e a chiudere ogni sorta di polemica nello spogliatoio. Una sola pecca caro Mister: il cellulare in panchina è deleterio per la serenità. Non  è possibile che durante una partita cosi delicata debba chiamarti la TIM per avere info sugli indici di gradimento della tua tariffa telefonica. STRATEGA

GRILLI 3: Davide dirà: ma non ho giocato che cosa ho fatto? In una partita cosi tirata, dove l’adrenalina di per se alza la temperatura e lo stato d’ansia, ci domandiamo: ma come si fa a fare riscaldamento con tre maglie un K-Way e il giubbotto per il freddo. SEI COME IL MILAN ATTUALE…INGUARDABILE

LA COPPIA LUCIANI AMADIO DALLA TRIBUNA 10:  Caro mister, abbiamo trovato la soluzione del problema… Due tribune di eccellenza e 6 punti all’attivo. Qualcuno diceva: squadra che vince non si cambia. Noi aggiungiamo nemmeno la tribuna. La matematica è dalla nostra parte e se una rondine non fa primavera due tribune di eccellenza fanno 6 punti. SCHERZI A PARTE VI ASPETTIAMO

PRESIDENTE DIAMANTI 10: Riporto testualmente quanto detto dal presidente dopo la mezzora del primo tempo… “ Però ne steme giochenne male, lu goal lu facem, ce vo sol la calma. Necco de cule pure pe nù!!!! Dopo il goal di Troiani …Chesta la vencem me ce gioche li……” PROFETA  

4,976 Responses to “Ciabbino-Ripatransone 2-1: commento e pagelle”